Cosa mangiare per aumentare il testosterone: alimenti e cibi

Non sei soddisfatto dei tuoi livelli di Testosterone? Cerchi un modo naturale per stimolare la produzione di questo ormone?  Vuoi sapere in particolare cosa mangiare per aumentare il testosterone?

In questo articolo cercheremo di rispondere alle tue domande e, in particolare, ti spiegheremo:

  • cosa si intende per “alimenti che contengono Testosterone”
  • quali cibi stimolano la produzione di Testosterone
  • quali alimenti ne ostacolano la produzione
  • come integrare l’alimentazione per stimolare la produzione di Testosterone.

cosa mangiare per aumentare il testosterone: alimenti, cibi

1. Cosa si intende per alimenti che contengono Testosterone

Ti sarai chiesto quali sono gli alimenti e i cibi che aumentano il Testosterone. In realtà la risposta potrebbe non piacerti molto.

Ti stai chiedendo cosa mangiare per aumentare il testosterone? Non esistono alimenti o cibi con testosterone. Questo  infatti è un ormone prodotto dall’organismo a partire dagli alimenti di cui ci nutriamo. Ti chiedi quali sono i cibi e alimenti migliori per aumentare il testosterone? Devi sapere che attraverso l’alimentazione possiamo:

  • introdurre alimenti che ne stimolano la produzione in maniera più efficace;
  • ‘difendere’ il Testosterone che l’organismo produce eliminando e/o correggendo alcune cattive abitudini alimentari che ne contrastano la produzione.

LEGGI ANCHE: Tesvit Forte, integratore alimentare stimolatore di Testosterone

2. Alimenti per aumentare il  Testosterone

E’ vero che non esistono  alimenti  o cibi che contengono il Testosterone, ma grazie ad uno stile di vita sano e ad una corretta alimentazione, è possibile stimolarne la produzione da parte dell’organismo introducendo:

  • cibi sani e genuini (meglio ancora se a km 0);
  • cibi poveri di calorie ma ricchi di vitamine, minerali ed antiossidanti;
  • alimenti cosiddetti afrodisiaci, che stimolino la libido ed aiutano la circolazione sanguigna.

Ecco alcuni esempi di cibi ed alimenti per aumentare il Testosterone.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA. Diversi studi hanno dimostrato che favorisce la produzione di Testosterone. Ad esempio, una ricerca (1) eseguita su un campione di giovani uomini in Marocco che hanno cambiato la loro fonte primaria di grassi verso quelli dell’olio extravergine di oliva, ha dimostrato un aumento del testosterone del 17% in due settimane.

Questo perchè gli acidi grassi di cui è costituito l’olio extravergine di oliva sono in proporzione praticamente perfetta (73% di monoinsaturi, 14% di saturi, 13% dipoli insaturi). Inoltre l’olio è fortemente antinfiammatorio ed ha un contenuto altissimo in antiossidanti.

LE UOVA. Le uova contengono un bilanciamento ottimale degli aminoacidi necessari all’essere umano. Le uova sono anche molto nutrienti, contengono quasi tutte le vitamine conosciute ed hanno una buona ripartizione tra gli acidi grassi.

Inoltre il tuorlo contiene abbondanti dosi di colesterolo che come detto in precedenza è la materia prima del testosterone, oltre a Selenio, Iodio e Colina, tutti elementi fondamentali per il Sistema Endocrino.

LA CIPOLLA. Le cipolle sono un concentrato di fito-complessi antinfiammatori ed antiossidanti, in particolare  l’apigenina e la quercetina, potenzialmente stimolanti per i Testosterone perchè aumentano la Star (steroidogenic acute regulatory protein), una proteina che trasporta il colesterolo all’interno dei tuoi testicoli, laddove viene prodotto il Testosterone. Queste due molecole, infatti hanno prodotto nei ratti diversi effetti androgeni ed un aumento di testosterone (2).

IL PREZZEMOLO. Anche il prezzemolo contiene apigenina. L’effetto del prezzemolo aumenta in sinergia con la cipolla, questi due alimenti quindi aumentino la loro efficacia a vicenda se assunti insieme.

I CARBOIDRATI. Molti uomini amano credere che per aumentare il testosterone la soluzione migliore sia una dieta a basso contenuto di carboidrati. Ma NON è così. Gli studi dimostrano come una dieta ad alto contenuto di carboidrati aumenti significativamente i livelli di Testosterone, riducendo contemporaneamente quelli degli estrogeni, del cortisolo e delle SHBG.

UN PO’ DI DIGIUNO. Digiunare può essere utile per migliorare i livelli di testosterone. Uno studio ha dimostrato che un breve digiuno di sole 24 ore aumenta i livelli di ormone della crescita in modo incredibile del 2.000% negli esseri umani. Un altro studio ha dimostrato che il digiuno diminuisce i valori di leptina che favorisce la produzione di testosterone.

3. Cibi che ostacolano la produzione di Testosterone

Se sei interessato a sapere cosa mangiare per aumentare il testosterone sappi che esistono alimenti che contrastano la produzione di Testosterone e la cosa peggiore è che purtroppo la nostra alimentazione è fortemente basata su questo tipo di cibi. Questo è uno dei motivi perchè l’uomo moderno ha livelli di Testosterone sempre più bassi.

Ecco le tre categorie principali di cibi che abbassano il Testosterone:

  1. Cibi che contengono fitoestrogeni: ad esempio birra, carne non bio (nonostante le leggi, molta carne contiene alti livelli di ormoni), latte, alimenti a base di soia. I fitoestrogeni sono sostanze di natura vegetale che simulano all’interno del nostro corpo il funzionamento degli ormoni femminili (estrogeni). Assunti in grande quantità, i fitoestrogeni si accumulano all’interno dell’ organismo e saturano il livello massimo di ormoni sessuali di cui possiamo disporre. Quando questo avviene l’ipotalamo inibisce la produzione di Testosterone per mantenere un equilibrio corretto del sistema endocrino.
  2. Cibi ad Alto Indice Glicemico: zuccheri raffinati, cereali raffinati (pane, pasta, riso bianco), cibi che contengono entrambi (dolci, torte, …). Questi alimenti ad alto indice glicemico provocano un picco di insulina, uno dei più potenti ormoni metabolici del nostro corpo. Ad ogni picco di insulina è associata una diminuzione di testosterone nel sangue (oltre a tutta una serie di altre conseguenze negative). Inoltre i cibi ad alto indice glicemico sono quelli che più di tutti fanno ingrassare e  il grasso è uno dei principali nemici del testosterone proprio perché aumenta la conversione di testosterone in estrogeni.
  3. Cibo spazzatura: tutti quei cibi che sono pieni di grassi trans, grassi vegetali non idrogenati, conservanti, coloranti e sostanze tossiche. Tutti questi cibi intasando il fegato e riempendo il corpo di tossine facendo sì che il nostro organismo rimanga impegnato sulla disintossicazione piuttosto che sullo smaltimento degli estrogeni e sulla produzione di Testosterone.

MODERARE L’ALCOOL. Anche l’alcool è un nemico del Testosterone, infatti, intossica pesantemente il fegato (che così non può dedicarsi allo smaltimento degli estrogeni), fa ingrassare e rallenta la produzione di Testosterone.

 

4. Integrare l’alimentazione per stimolare il Testosterone

Se l’alimentazione non basta ad aumentarne i livelli, puoi avvalerti dell’aiuto di integratori per il testosterone naturali per stimolare la produzione di Testosterone in maniera equilibrata e naturale e quindi per:

  • migliorare la sessualità
  • aumentare resistenza ed energia
  • aumentare la massa muscolare.

In commercio esistono molti integratori stimolatori di testosterone. noi ti consigliamo il Tesvit forte, un prodotto naturale al 100%, equilibrato e Notificato al ministero della Salute.

SINGOLA-CONFEZIONE 3-SENSOVIT 6-SENSOVIT

BIBLIOGRAFIA:

(1) Nat Prod Commun. 2013 Jan;8(1):51-3, Effect of argan and olive oil consumption on the hormonal profile of androgens among healthy adult Moroccan men; Derouiche A1, Jafri A, Driouch I, El Khasmi M, Adlouni A, Benajiba N, Bamou Y, Saile R, Benouhoud M.
(2) Acta Pol Pharm. 2013 Mar-Apr;70(2):317-22, Management of drug induced sexual dysfunction in male rats by ethyl acetate fraction of onion; Malviya N1, Jain S, Gupta VB, Vyas S.

 
 
* Le informazioni contenute in questo post hanno esclusivamente scopo informativo e non sostituiscono il parere del medico.
 

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il primo commento a questo articolo!

avatar
wpDiscuz